.
Annunci online

  tgweb [ curiamoci con un po' di informazione... ]
         

Benvenuti su

Salvo Tgweb

_________________
 

Con l'ex magistrato Gherardo Colombo

Colombo ad Agrigento.
Articoli e  video:
link1; link2; link3.

______________

Ad Enna con il giornalista Lirio Abbate.
Presentazione del libro "I Complici. Tutti gli uomini di Bernardo Provenzano da Corleone al Parlamento". (di Abbate e Gomez)

Incontro “Terra di mafia e di lotta alla mafia”
svoltosi a Palma di Montechiaro (AG)
foto con M. Travaglio (ottobre 2006)

Con M. Travaglio e S. Guzzanti in occasione della presentazione di "Intoccabili" e  "Reperto Raiot" a Palermo (2005)

 

V-DAY Agrigento

foto del V-Day agrigentino foto (clicca qui) e anche il video (clicca qui)

V2-DAY 

Qui il video del secondo v-day

V2-Day il video (clicca qui)

_________________

Manifesti "Amici di Beppe Grillo con Sonia Alfano presidente". Regionali 2008.

Con Sonia Alfano in visita presso il nosocomio agrigentino. (foto di Elio Di Bella)

Sonia Alfano ad Agrigento elezioni Europee 2009

 

_______________
TUTTI GLI ANIMALI SONO UGUALI MA ALCUNI ANIMALI SONO PIU' UGUALI DEGLI ALTRI   G. Orwell
____________________ 

“La tragedia dell’Italia è la sua putrefazione morale, la sua indifferenza, la sua vigliaccheria”. Piero Calamandrei
____________________

"Non è la libertà che manca.
Mancano gli uomini liberi".          Leo Longanesi
_______________

"Può stare nel luogo santo chi ha mani innocenti e cuore puro. Mani innocenti sono mani che non vengono usate per atti di violenza. Sono mani che non sono sporcate con la corruzioni e con tangenti. Cuore puro, quando il cuore è puro? E' puro un cuore che non si macchia con menzogna e ipocrisia, un cuore che rimane trasparente come acqua sorgiva perchè non conosce doppiezza".
Papa Benedetto XVI
____________

Oggi la nuova resistenza in che cosa consiste. Ecco l'appello ai giovani: di difendere queste posizioni che noi abbiamo conquistato; di difendere la Repubblica e la democrazia. E cioè, oggi ci vuole due qualità a mio avviso cari amici: l'onestà e il coraggio. L'onestà... l'onestà... l'onestà. [...] E quindi l'appello che io faccio ai giovani è questo: di cercare di essere onesti, prima di tutto: la politica deve essere fatta con le mani pulite. Se c'è qualche scandalo. Se c'è qualcuno che dà scandalo; se c'è qualche uomo politico che approfitta della politica per fare i suoi sporchi interessi, deve essere denunciato!       Sandro Pertini

Per me libertà e giustizia sociale, che poi sono le mete del socialismo, costituiscono un binomio inscindibile: non vi può essere vera libertà senza la giustizia sociale, come non vi può essere vera giustizia sociale senza libertà. Ecco, se a me socialista offrissero la realizzazione della riforma più radicale di carattere sociale, ma privandomi della libertà, io la rifiuterei, non la potrei accettare. [...] Ma la libertà senza giustizia sociale può essere anche una conquista vana. Si può considerare veramente libero un uomo che ha fame, che è nella miseria, che non ha un lavoro, che è umiliato perché non sa come mantenere i suoi figli e educarli? Questo non è un uomo libero.       S. Pertini

Sono del parere che la televisione rovina gli uomini politici, quando vi appaiono di frequente.                              S. Pertini
__________
Non è necessario essere socialisti per amare Pertini. Qualunque cosa egli dica o faccia, odora di pulizia, di lealtà e di sincerità.                 Indro Montanelli
______________

"Veramente la scoperta che c'è un'Italia berlusconiana mi colpisce molto: è la peggiore delle Italie che io ho mai visto, e dire che di Italie brutte nella mia lunga vita ne ho viste moltissime. L'Italia della marcia su Roma, becera e violenta, animata però forse anche da belle speranze. L'Italia del 25 luglio, l'Italia dell'8 settembre, e anche l'Italia di piazzale Loreto, animata dalla voglia di vendetta. Però la volgarità, la bassezza di questa Italia qui non l'avevo vista né sentita mai. Il berlusconismo è veramente la feccia che risale il pozzo". Indro Montanelli


12 marzo 2009

diario

IL MENU "DIARIO" E' IN DISUSO.

SI PREGA DI VISIONARE LE ALTRE VOCI.

Aggiungo questo  link per reindirizzarvi alla home page:


http://tgweb.ilcannocchiale.it/





permalink | inviato da tgweb il 12/3/2009 alle 16:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



20 febbraio 2008

NUOVI POST SU: http://tgweb.wordpress.com/

CIAO, I NUOVI  POST SARANNO ANCHE SU: http://tgweb.wordpress.com/

Per un po' continuerò a pubblicare su entrambi i blog nell'attesa di acquisire una padronanza sufficiente su wordpress.
E' ovvio che questo blog rimarrà aperto anche come archivio.
Ciao, a presto!!!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. tgweb salvo tgweb

permalink | inviato da tgweb il 20/2/2008 alle 0:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



11 febbraio 2008

vai su tgweb...

Aggiungo questo post per reindirizzarvi alla home page:

http://tgweb.ilcannocchiale.it/







permalink | inviato da tgweb il 11/2/2008 alle 15:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



22 agosto 2007

pausa vacanza

 Ciao a tutti, per qualche giorno non aggiornerò il blog per motivi... di VACANZA!!! :)




permalink | inviato da tgweb il 22/8/2007 alle 16:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



8 maggio 2007



DA IERI DOTTORE!  ....SCUSATE IL POST MOLTO PERSONALE, CIAOOOO :))
TITOLO TESI: LA LAICITÀ COME PRINCIPIO SUPREMO.




permalink | inviato da il 8/5/2007 alle 19:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



21 marzo 2007



 





Ciao a tutti, vi comunico che dovrei cambiar nome al Blog...
cambiarlo in: Dottor Tgweb :))
Finalmente ho terminato gli studi in giurisprudenza (vecchio ordinamento)!!! 
...qualcuno dirà: ma ke me frega?  :))   ...non posso darvi torto!

Cmq continuate a venirmi a trovare.....ciaoooooooo




permalink | inviato da il 21/3/2007 alle 16:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



11 febbraio 2007

oggi c'è stato Travaglio a "Quelli che il calcio"!!! Grandissimo al solitooo :)))

oggi c'è stato Travaglio a "Quelli che il calcio"!!!  Grandissimo al solitooo :)))




permalink | inviato da il 11/2/2007 alle 19:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



1 febbraio 2007

OVVIAMENTE SILVIO SI SCUSA! CARA VERONICA...

ERA OVVIO, MA TI IMMAGINI CHE SCALDALO??

BRAVO SILVIO
"Cara Veronica, eccoti le mie scuse"
..ma cosa ne pensate che ieri mattina commissionano un sondaggio
per capire la reazione della gente e per calibrare l'eventuale risposta?? menti malate. punto e basta!




permalink | inviato da il 1/2/2007 alle 14:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



15 gennaio 2007

Marco Travaglio presenta "La scomparsa dei fatti" ad Agrigento!


Marco Travaglio presenta
"La scomparsa dei fatti" ad Agrigento!






permalink | inviato da il 15/1/2007 alle 16:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa



12 gennaio 2007

P2, Gelli, Indagini insabbiate, depistaggi, provvedimenti disciplinari contro militari impegnati in prima linea. ecc.

viene anche spiegato com'è andata nel 94 il famoso avviso di garanzia a Berlusconi!!!
ecco link: http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Downloads&d_op=getit&lid=6345&ext=_big.wmv




permalink | inviato da il 12/1/2007 alle 13:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



31 dicembre 2006

Per l'anno che verrà vi auguro tanta serenità!

Per l'anno che verrà vi auguro tanta serenità!




permalink | inviato da il 31/12/2006 alle 19:25 | Versione per la stampa



24 dicembre 2006

auguriiiiiiiiiiiiiiii

Un augurio che questo Natale sia per tutti voi, felice e sereno, in cui possiate gustare insieme un pò di pace e tranquillità fra tanta frenesia. Auguri!




permalink | inviato da il 24/12/2006 alle 17:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



16 dicembre 2006

IL PICCIOTTAZZO, GIULIO E SALVO .andreotti.lima e cuffaro....un bel quadretto di famiglia

[ IL PICCIOTTAZZO, GIULIO E SALVO ]

la mafia fa schifoChe perla! Totò Cuffaro è unico. E da oggi sappiamo, grazie a Emanuele Macaluso, che il presidente della regione Sicilia, per celebrare il sessantesimo anniversario dello statuto siciliano, ha fatto compilare, stampare e distribuire una grande Enciclopedia (mezzo milione di euro). Ma la chicca è che la voce "Lima Salvo" è stata affidata a Giulio Andreotti (senatore a vita, processato per mafia, prescritto sino al 1980 e assolto per gli anni seguenti). Voi sorriderete, ma non c'è nulla da sorridere. Ecco che scrive Andreotti della morte di Lima: '''L'11 marzo 1992 veniva ucciso da mano mafiosa. Le cronache vollero vedere in questo la punizione per i presunti non ulteriori appoggi o, piu' esattamente, per non avere impedito le durissime leggi contro la mafia, decise dal governo Andreotti'. Ho di recente incontrato un pentito che conosceva bene Salvo Lima e ha incontrato più volte Totò Cuffaro. A mia domanda: quindi lei ha conosciuto Salvo Lima? Angelo Siino, il ministro dei lavori pubblici di Cosa Nostra risponde: "Diciamo che io ero un suo attachè per quel che riguardava la gestione dei lavori pubblici. Fu ucciso perchè aveva fatto delle promesse che non ha mantenuto" E su Totò Cuffaro: " Nel 1991 venne a casa mia con una persona che conoscevo. In quell'occasione l'allora picciottazzo ( giovane in ascesa, traduzione del sottoscritto)  voleva essere il primo degli eletti. E gli ho detto che non poteva esserlo perchè il primo sarebbe stato Purpura perchè era amico di Lima". Così vanno le cose nel dicembre del 2006. Il picciottazzo che chiede a Giulio Andreotti di scrivere la scheda di Lima Salvo... Che vergogna!

(dal blog di sandro ruotolo!)




permalink | inviato da il 16/12/2006 alle 13:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



6 dicembre 2006



Il consulente della Mitrokhin elenca al telefono i premi
per il suo lavoro. I silenzi del Sismi che sapeva tutto

"Berlusconi mi ha promesso
un alto incarico internazionale"

Scaramella intercettato mentre preparava un dossier contro Prodi
di CARLO BONINI e GIUSEPPE D'AVANZO


È un'ipervalutazione del personaggio ritenere Mario Scaramella il solitario artefice - megalomane, vanaglorioso, inguaribilmente bugiardo e fanfarone - della trappola che si è a lungo progettata contro Romano Prodi nella "Commissione Mitrokhin". Il candidato premier dell'Unione doveva essere presentato, a pochi mesi dal voto di aprile, come "un agente del Kgb".

Le frottole di Mario Scaramella non avrebbero fatto molta strada se non avessero potuto far leva sul ruolo istituzionale di Paolo Guzzanti, presidente della commissione d'inchiesta; sul prestigio dell'ex procuratore di Napoli, Agostino Cordova; sul silenzio del Sismi che, allarmato dai Servizi inglesi, pur sapendo quale machiavello combinava a Londra Scaramella, ha taciuto come sempre. Nella conversazione telefonica del 28 gennaio 2006 con Mario Scaramella, abbiamo visto come Paolo Guzzanti (vedi Repubblica, 1 dicembre 2006) sollecitasse, con modi anche bruschi, il suo consulente a trovargli almeno le "prove" che Prodi fosse "coltivato dal Kgb", utilizzando la testimonianza dell'ex colonnello del Kgb, riparato in Inghilterra, Oleg Gordievskij. Nonostante Scaramella ammetta che Gordievskij non può dir nulla del fantomatico agente "perché non è accaduto", perché non è vero. Allora Paolo Guzzanti, come ricorderete, consiglia al suo cacciatore di fango di metterla giù così: "In quella cosa si dice, "[Prodi è] il nostro uomo?". E quello dice "Yes!". Punto e basta. Non voglio sapere altro".
>>>continua daRepubblica>>>




permalink | inviato da il 6/12/2006 alle 12:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



3 dicembre 2006

guardate PARLA CON ME. ospite MARCO TRAVAGLIO

TRA POCO INIZIA LA TRASMISSIONE CONDOTTA DA SERENA DANDINI.
NON PERDETEVELA, VI SARA' IL GRANDISSIMO MARCO TRAVAGLIO...E PENSO CHE PROBABILMENTE PRESENTERA' IL SUO ULTIMISSIMO LIBRO: La scomparsa dei fatti




permalink | inviato da il 3/12/2006 alle 23:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa



30 novembre 2006

A proposito della manifestazione del 2 dicembre contro Podi e la sinistra!

Leggete questa lettera:
.....hai capito come portano le persone in piazza??

LA MARCETTA SU ROMA
Carissimo Zucconi,
olte a farle i miei complimenti , e gli auguri di rito per i suoi nipotini, voglio raccontarle cosa mi è successo l'altro giorno, premetto che sono uno di quei COGLIONI che votarono DS alle recenti elezioni. Vado dal mio medico e la moglie esponente di Forza Italia nel mio quartiere, mi chiede se conosco qualcuno disposto a farsi una passeggiata a Roma il 2 Dicembre in autobus tutto pagato, non importa se per contestare, basta fare numero.
Quando la sera del 2 Dicembre ci faranno vedere migliaia di persone che sfilano per Roma ci sarà da chiedersi quanti contestano e quanti si guadagnano la passeggiata e magari la pagnotta......
Affettuosi saluti

Pino Vaccaro 
  
           lettera disponibile su repubblica.it





permalink | inviato da il 30/11/2006 alle 15:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



24 novembre 2006

sospese dall'ordine dei giornalisti anna la rosa e cesara buonamici!! olèèèèèèè

Sospesa per 6 mesi la Cesara Buonamici (mediaset)e per 4 la Anna La Rosa (rai)!!!
.......finalmenteeeeeeeeeee :)))))))))




permalink | inviato da il 24/11/2006 alle 18:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



24 novembre 2006

inserisco qst post con il sorriso sulle labbra :) guardate un pò cosa girava nei giorni seguenti le elezioni politiche 2006

                            12 APRILE 2006
                
                   
                        INCREDIBILI BROGLI ELETTORALI IN ITALIA
La dittatura che vi vuole essere imposta da Prodi e dalla sinistra deve essere fermata ...

Parlano di democrazia e truccano i voti degli Italiani !
Non hanno fatto altro che sparare a zero su Berlusconi per tutti i 5 anni di governo e ora chiedono collaborazione ...

Se saliranno al governo grazie all'annullamento di 1.100.000 schede contestate di cui 800.000 a favore del CENTRO DESTRA ...

Altro che Berlusconi e il conflitto di interessi ...

Hanno comprato gli addetti a scrutinare le schede, insomma il voto degli Italiani non è quello che vogliono farci credere !

In particolare nel Lazio dove oltre a migliaia di schede trovate nella spazzatura sono state contestate notevoli schede elettorali a favore del CENTRO DESTRA !

Esiste solo un modo per combattere contro la sinistra, invadere le caselle mail degli Italiani, spargere la notizia che queste elezioni non devono essere considerate valide !

PRODI VERGOGNATI NON SARAI MAI IL CAPO DEL NOSTRO PAESE !!!
PRODI VERGOGNATI NON SARAI MAI IL CAPO DEL NOSTRO PAESE !!!
PRODI VERGOGNATI NON SARAI MAI IL CAPO DEL NOSTRO PAESE !!!

E se lo sarai non faremo niente per aiutarti ma di tutto per impedirti di rovinarci !

PRODI NON SARAI MAI NULLA PER IL NOSTRO PAESE !

W L'ITALIA W LA DEMOCRAZIA W LA LIBERTA' !


FATE GIRARE QUESTO MESSAGGIO A TUTTI GLI ITALIANI CHE HANNO CREDUTO DI POTER VOTARE LIBERAMENTE !
 
ragazzi, non è fantastico tutto questo? qui abbiamo a che fare con gente davvero pericolosa...e come nel classico Berlusconi style, si accusano gli avversari di quello che invece si è fatto in prima persona....  oltre al tema brogli elettorali vedi pure il tema degli spioni,intercettazioni,creazione di falsi dossier,disinformazione fondata su Falsi con la  collaborazione di giornalisti schiavi del Padrone e con l'aiuto dei Servizi....G. di F. e tant'altro.....




permalink | inviato da il 24/11/2006 alle 12:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



23 novembre 2006

forza italia propone ufficialmente di togliere il diritto di voto ai senatori a vita!!

che vergogna! non hanno limiti! ma con quale faccia vanno in giro questi qui?
invece di FI dovevan kiamarsi abbassso italia!




permalink | inviato da il 23/11/2006 alle 13:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



14 novembre 2006



Don George Genswein interviene dopo l'attacco di "Avvenire"
alle gag di Maurizio Cozza (La7) e la sua imitazione fatta da Fiorello

"Basta satira sul Benedetto XVI"
Insorge il segretario del Papa

ROMA - La satira su Papa Ratzinger? Non piace nemmeno al segretario personale del Pontefice, don George Genswein, che dice: "Spero che smetta subito".

All'indomani dell'anatema lanciato dal quotidiano dei vescovi che è insorto contro le gag papali di Maurizio Crozza su La 7 e contro l'imitazione di un finto don Georg, fatta da Fiorello su Viva Radio 2, il segretario personale di Ratzinger, interpellato dall'Adnkronos, pur premettendo che "non ho mai visto queste trasmissioni e neanche le guarderò mai", accetta di dire la sua dopo la bufera che si è scatenata sulle gag satiriche contro le quali è insorto 'Avvenire', che non ha risparmiato critiche al "tentativo continuo di ridicolizzare figure cattoliche".

Proprio a questo proposito, don George Genswein afferma: "Ho preso atto della polemica e spero che trasmissioni di questo tipo smettano: d'accordo la satira, ma queste 'cose' non hanno livello intellettuale e offendono uomini di Chiesa. Non sono accettabili.
Spero davvero che smettano subito", ribadisce il segretario del Papa, che si informa anche sul tenore di queste imitazioni. "Non le vedrò mai - insisite don George - Trasmissioni così sono poco costruttive.
Ho preso atto del fatto e voglio dimenticare".

Si racconta al segretario qualche sequenza delle gag sul Papa, come ad esempio quella in cui "fuma tre pacchetti di sigarette, come un turco, per prepararsi al prossimo viaggio in Turchia" e che il quotidiano della Cei ha bollato come "satira fallimentare non priva di vigliaccheria". Chissà se il Pontefice avrà visto qualche sequenza o si sarà confidato con il suo segretario?
"Il Papa - replica - non ha certamente commentato.
E poi un commento del Santo Padre o una sua qualunque reazione sarebbero davvero troppo onore per questa gente", conclude don George.

(14 novembre 2006)  "la repubblica"




permalink | inviato da il 14/11/2006 alle 16:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



28 ottobre 2006

ki aveva il potere di spiare tutto e tutti??? rispondete...con un pò di culo ci arrivate :))) ...dal blog di Grillo

I raccoglitori di margherite

Prodi_televisione.jpg

La Finanza ci spiava, il Sismi ci spiava, la Telecom ci spiava. Chi sarà il mandante?
Mi viene da ridere a fare la domanda. Chi aveva il potere di farlo se non il precedente governo? Se le elezioni fossero andate diversamente c’era il colpo di Stato. Come faccio a dirlo? Sensazioni. Le stesse che, credo, avete anche voi.
Però adesso basta. Da chi dipendevano il Sismi, da chi l’Agenzia delle Entrate, da chi la Telecom? Questi personaggi come si chiamano? Facciamo un ripassino: Pollari, Tremonti, Tronchetti. E allora è così difficile arrivare alla verità? Li si convoca in commissariato. Li si interroga con dolcezza. In caso di reticenza li si trattiene in carcere il tempo necessario. Anche tutta la vita. Per non inquinare le prove e per nostra tranquillità.
Poi si istituisce una commissione di inchiesta popolare. Evitiamo per favore quella parlamentare. Ci sarebbe un palese conflitto di interessi. I giudici sarebbero gli stessi intercettati. Quelli che hanno fatto carte false per bruciare le carte. Certo, lo hanno fatto per la democrazia. E anche per il contenuto delle intercettazioni. I cittadini, dopo aver esaminato le prove, decideranno. Sotto gli occhi di tutti.
Demagogia? Certo demagogia populistica qualunquistica. Parole con cui i coglioni e le anime belle prendono le distanze dai cittadini. Ma il garante della privacy cosa fa nella vita? Raccoglie le margherite?
E Prodi cosa aspetta a parlare al Paese a reti unificate per dire chiaro e tondo che i responsabili verranno puniti senza sconti? Forse un cenno di assenso di bertinottidalemarutelli, padrefiglioespiritosanto?
I cittadini si aspettano ben altro da lei, dipendente Prodi. Se non sa comunicare, almeno ci provi. Noi la corriggeremo.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. prodi

permalink | inviato da il 28/10/2006 alle 14:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa



27 ottobre 2006

Sulle intercettazioni a Prodi... ki è lo spione??

leggi l'articolo dal sito articolo31

Non tutti gli italiani hanno la memoria corta. Mentre si sta rintracciando chi è lo spione che è entrato nei terminali per capire la situazione economica dei Prodi, un attento lettore di articolo 21 si ricorda che qualche giorno prima del 9 di aprile Berlusconi in una trasmissione radiofonica su Radio Uno parlò della donazione di Prodi ai figli. Sarebbe bello approfondire, come dice Luigi da Milano, ore momenti e passaggi... Questa la e.mail del lettore giunta ad Articolo 21

A proposito di quello che sta emergendo sullo spionaggio su Prodi, mi ricordo
benissimo, perchè sento sempre la radio alla mattina, che poco prima del voto del 9
aprile Berlusconi al primo canale della Rai ha detto che Prodi aveva fatto una
donazione ai figli di un miliardo e 600 milioni, mi ricordo la cifra e subito dopo
c'era la classica telefonata finta a supporto per fargli ridire la cifra e fare
scandalo. Non sarebbe il caso di ricostruire attentamente tutti questi passaggi,
date, cifre, citazioni incluse? A pensar male si fa peccato come si sa ma ci si
azzecca sempre...o no?


Luigi da Milano

Nella giornata di oggi Silvio Berlusconi ha affermato che sulla vicenda dello spionaggio fiscale ai danni di Romano Prodi e' stata montata 'una bufala totale'. 'Tutti quelli che hanno accesso a questo tipo di dati anagrafici - ha detto il leader di Fi -, quando hanno una curiosita', vanno a guardare. Questo e' irregolare, c'e' una sanzione amministrativa, ma lo fanno comunque. Lo stesso Prodi, consapevole che avrebbe messo una tassa sulle donazioni, ha anticipato una donazione ai figli attraverso atto pubblico. I giornali - ha proseguito Berlusconi - hanno dato la notizia ed i dipendenti dell'Amministrazione fiscale, che hanno accesso ai dati anagrafici, sono andati a vedere di cosa si trattava'. Insomma: un giudizio circostanziato. Siamo convinti che Berlusconi sappia talmente bene quel che dice quasi da essere una persona ben informata sui fatti.






permalink | inviato da il 27/10/2006 alle 19:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa



26 ottobre 2006

Prodi e la moglie spiati per 2 anni

Nel mirino degli spioni illegali i conti in banca del premier
Sotto controllo anche altre alte cariche dello Stato e personaggi dello spettacolo

Prodi e la moglie spiati per 2 anni
Perquisizioni alla Guardia di Finanza

Nell'inchiesta milanese coinvolta anche l'agenzia delle Entrate
Palazzo Chigi: "Siamo sconcertati, piena fiducia nel lavoro dei magistrati"

MILANO - Romano Prodi e la moglie Flavia Franzoni sono stati spiati a lungo, per due anni, almeno 128 volte. In particolare, i controlli illegali, riguardavo i conti in banca del premier. Nel mirino degli spioni, - sui quali sta indagando la procura della Repubblica di Milano su un esposto partito 15 giorni fa dal ministero dell'Economia - ci sarebbero anche altre alte cariche dello Stato, personalità politiche, oltre a personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport. Sono in corso perquisizioni in tutta Italia presso i domicili dei sospettati e in diversi uffici pubblici.

I dati dell'Anagrafe tributaria. Gli accessi abusivi che riguardavano Prodi e la moglie Flavia avevavo lo scopo di controllare la loro posizione fiscale. In questi ultimi due anni il sistema dell'Anagrafe tributaria, dal quale venivano tutte le informazioni riservate, è stato violato più volte. Il sistema è unico per tutta Italia e dal database si possono ricavare dati, tra l'altro, sui redditi, su donazioni e su compravendite.  continua da repubblica.it


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. prodi

permalink | inviato da il 26/10/2006 alle 15:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



23 ottobre 2006

Ecco come si fa POLITICA in SICILIA!!!

La Regione ha debiti fino al 2022, ma spende come negli "anni felicissimi"
162 milioni per l'esercito di prima fila. Buste paga dai 50mila ai 200mila euro
Sicilia, il boom degli stipendi d'oro
Burocrate record 1553 euro al giorno

Megaretribuzione per un fedelissimo del governatore Cuffaro
al direttore dell'agenzia acque in busta più di mezzo milione
di ATTILIO BOLZONI


<B>Sicilia, il boom degli stipendi d'oro<br>Burocrate record 1553 euro al giorno</B>
Il presidente della Regione Sicilia Salvatore Cuffaro
PER agguantare stipendi da favola sono imbattibili. E anche in tempi duri come questi, di manovre finanziarie e di tasse e di tagli, quelli della Regione siciliana fanno sempre bingo. Sono riusciti persino a sfondare il record del mezzo milione di euro, ancora una volta a Palermo si sono mirabilmente superati. In cima alla lista degli uomini d'oro c'è oggi un burocrate che ogni giorno di euro ne intasca 1553. A fine anno ne porterà a casa 567 mila e 300, lordi e comprensivi di tutte le indennità. È un primato assoluto anche nella Sicilia dei suoi califfi.
Ci sono i conti che fanno acqua da tutte le parti, il deficit della Sanità è salito a quasi 1 miliardo e 300 mila, la Regione ha debiti che deve onorare a cambiali sino al 2022 o al 2027, intanto però spende e spande come nei suoi anni "felicissimi". Anzi, di più. Molto di più.
Fino all'ottobre del 2005 la più pagata della burocrazia siciliana era Patrizia Bitetti, quella signora - in pensione dal dicembre scorso - che avrebbe dovuto far quadrare gli sgangherati bilanci di Asl e ospedali. Servizio delegato per un compenso di 480 mila euro. Nel 2006 la Bitetti è stata raggiunta e sorpassata da un fedelissimo del governatore Totò Cuffaro.
Si chiama Felice Crosta l'ultimo favorito dalla sorte, il numero uno dei super stipendiati di quella macchina mangia soldi che è la Regione. E' il direttore generale della neonata Agenzia per le acque e i rifiuti, 120 dipendenti di una struttura voluta e coccolata dal presidente in persona.
Crosta è vicino a Cuffaro da quando lui era assessore all'Agricoltura nel primo governo di centro sinistra a Palazzo d'Orleans: da quel momento i due non si sono mai più separati. Il beneficiario della busta paga al top delle retribuzioni regionali è andato praticamente a sostituire per un incarico - dopo un interregno dello stesso governatore - quell'alto commissario all'"emergenza idrica" nominato dalla Presidenza del Consiglio a cavallo tra il 2000 e il 2001. Era l'ex comandante generale dell'Arma dei carabinieri Roberto Jucci.
Nonostante avesse cominciato a far arrivare più acqua districandosi fra gli interessi e le competenze di 556 enti e consorzi, il generale è stato mandato via dopo quasi un anno. Jucci dormiva in prefettura e aveva accettato la nomina a costo zero.
Solo un rimborso spese. Ci aveva raccontato l'ex comandante, durante i suoi mesi a caccia d'acqua fra le Madonie e le terre arse dell'agrigentino: "Ho una certa età, mangio una volta al giorno e acquisto due vestiti l'anno, quando il governo mi ha chiesto di scendere in Sicilia mi è sembrato corretto non farmi pagare".
Da 0 a 567 mila e 300 euro per il direttore generale che sovrintende alle acque. E fino a 162 milioni di euro per tutti i dirigenti. Un esercito: alla Regione sono 2220.            
...continua>>

da repubblica.it




permalink | inviato da il 23/10/2006 alle 11:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa



21 ottobre 2006

è stato proprio molto interessante l'incontro di ieri "Terra di mafia e di lotta alla mafia"!!!

Qui di fianco ho riportato qualche foto con Travaglio e Cascio.




permalink | inviato da il 21/10/2006 alle 20:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa



20 ottobre 2006

Oggi pomeriggio a PALMA DI MONTECHIARO (AG) ore 17 Marco Travaglio partecipa all’incontro “Terra di mafia e di lotta alla mafia”.


MARCO TRAVAGLIO
20/10/2006 17.00
Marco Travaglio, autore di “Le mille balle blu”, partecipa all’ incontro “Terra di mafia e di lotta alla mafia” nell’ambito della manifestazione promossa dal Ministero dei Beni Culturali “I luoghi della lettura”. PALMA DI MONTECHIARO (AG), Cortile del Palazzo Ducale.

Terra di mafia e di lotta alla mafia.
Interventi di
Girolamo Lo Verso (docente di psicologiaall’Università di Palermo), Gioacchino Natoli(giudice), Salvatore Scalia (giornalista, autore dellibro La punizione, edito da Marsilio), Marco Travaglio (giornalista e scrittore). Moderatore Rino Cascio (giornalista)






permalink | inviato da il 20/10/2006 alle 15:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



8 ottobre 2006

Odo Gelli far festa...ecco l'articolo recente e il bananas dell'anno scorso! in ke mani siamo.. :(

Odo Gelli far festa                                      
   6 Ottobre 2006

L’intervista di Maurizio Costanzo (tessera P2 n. 1819) a Vittorio Emanuele di Savoia (tessera P2 n. 1621) su Canale 5 diretto da Massimo Donelli (tessera P2 n. 2207) e di proprietà di Silvio Berlusconi (tessera P2 n. 1816) è stata un momento di grande televisione.
Sia per l'atmosfera di gaia rimpatriata, sia per un certo qual retrogusto di buon tempo antico. Tutto passa, tutto scorre, ma l'ancoraggio alla miglior tradizione nazionale non viene mai meno: la P2, se Dio vuole, è viva e lotta insieme a noi.

Prossimamente su questi schermi: Costanzo intervista Gelli (remake del celebre tete à tete sul Corriere del 5 ottobre 1980), Costanzo intervista Cicchitto, Costanzo intervista Berlusconi (ma questa dobbiamo averla già vista da qualche parte). Domenica i due muratorini fingevano di non conoscersi. Si davano del lei.

Fratello Maurizio, con fare paterno, anzi fraterno, dispensava buffetti al fratello Vittorio, trattato un po' come il fratello scemo: "Principe, attento alle cattive compagnie, che poi la trascinano sulla cattiva strada". "Dottore, la ringrazio di questa opportunità e dei buoni consigli". "Principe, abbiamo letto le sue telefonate, non crede di doversi scusare?". "Ma certo, Dottore, sono stato coinvolto senza saperlo, avrò fatto delle cattive scelte, degli errori, me ne pento e me ne scuso". "Principe, che umiltà! Questa non me l'aspettavo, è una cosa molto importante". "Dottore, mi scuso con le donne, cosa si farebbe senza...". "Principe, dovrebbe scusarsi anche con i sardi". "Ma certo, l'ho già fatto e scritto". "E poi, principe, ci sarebbe quel ragazzo, Hamer, morto a cavallo". "Oh, dottore, m'è dispiaciuto molto il decesso di quel povero ragazzo, ma io non c'entravo nulla. Sa, io sono stato sempre armato soltanto di buone intenzioni". "Ma principe, non dica così, per carità...".
Chi vedeva la trasmissione s'è fatto l'idea che il cosiddetto principe sia stato arrestato a Potenza per qualche parolaccia telefonica.

Purtroppo l'accusa parla di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione (per i traffici al casinò di Campione) e allo sfruttamento della prostituzione (per le ragazze dell'Est che il gentiluomo si faceva procurare da una gang di malfattori). Senza contare la lettera anonima commissionata a un malavitoso contro il direttore di Novella 2000 Luciano Regolo, con scritto: "Sei morto". Insomma, non l'hanno arrestato per quel che ha detto, ma per quel che ha fatto. Solo che quel che ha fatto non lo racconta mai nessuno. Nel migliore dei casi, si sorvola. Nel peggiore, si mente.

Lunedì scorso Vespa ha parlato a lungo dell'inchiesta di Potenza col ministro Mastella, accusando i magistrati di passare i verbali degl'interrogatori ai giornali, che li pubblicano l'indomani: una balla colossale, visto che mai dalla Procura di Potenza è uscito un solo interrogatorio di indagati che non fosse già pubblico, cioè depositato ai difensori, o al gip, o al Riesame, o contenuto in un'ordinanza di custodia. Vespa aggiunse che i magistrati avevano perseguitato il povero principe con domande intime sulle sue abitudini sessuali e avventure extraconiugali, mettendolo in cattiva luce con la mogliettina che l'aspettava trepidante a casa. "Manco fosse indagato per sfruttamento della prostituzione", commentò l'insetto, ignaro del fatto che il Savoia è indagato proprio per sfruttamento della prostituzione. Mastella, che in teoria sarebbe il ministro della Giustizia e ha già sguinzagliato gl'ispettori a Potenza, non aveva nulla da obiettare nemmeno alla seconda superballa, raccontata - fra l'altro - da un giornalista in plateale conflitto d'interessi, visto che era stato immortalato dalle intercettazioni di Potenza mentre concordava col portaborse di Fini un'intervista "cucita addosso" al leader.

Grazie all'Ordine dei giornalisti che ha sospeso per 12 mesi un giornalista-spione sul libro paga del Sismi e per pochi mesi tre firme telecomandate da Moggi, sappiamo che certe cose non si possono fare, anche se chi le fa rischia poco o nulla.


 ..altro " OdoGellifarfesta"                                         

21 luglio
2005

Con qualche anno di colpevole ritardo Silvio Berlusconi, tessera P2 1816, realizza l'ultimo punto finora inevaso del Piano di rinascita democratica di Licio Gelli: la controriforma dei giudici, con separazione delle carriere ed esami psicoattitudinali per tenere lontani gli aspiranti magistrati eventualmente convinti che la legge è uguale per tutti. Lo fa proprio mentre Gelli viene indagato a Roma per l'omicidio Calvi insieme a un altro grande amico del premier, Flavio Carboni, l'uomo che gli vendette Villa La Certosa, intimo anche del ministro Pisanu. Abbandonato l'irrealistico Contratto con gl'italiani, si torna al più concreto Piano di rinascita, faro della sua carriera imprenditoriale e politica: città satellite, corruzione di giudici e giornalisti, dissolvimento della Rai a vantaggio della tv privata (la sua), rientro dei capitali sporchi dall'estero, presidenzialismo. Con una significativa innovazione: il Venerabile Licio quel piano eversivo lo teneva nascosto (fu ritrovato nel doppiofondo della valigia della figlia fermata a Fiumicino), mentre oggi è programma di governo, sbandierato con orgoglio in campagna elettorale e ora votato in Parlamento nell'anniversario di Paolo Borsellino. Il quale, per inciso, difficilmente avrebbe superato gli esami psicoattitudinali (anche lui era «matto», come osservò Luciano Liggio in una famosa intervista a Enzo Biagi).
Gian Carlo Caselli, altro noto psicolabile, non potrà concorrere al posto di procuratore nazionale antimafia: ci andrà, grazie alla controriforma, Piero Grasso, che l'altroieri sul "Giorno" l'ha definita «una legge con luci e ombre», senza spiegare quali siano le luci. Forse la norma che elimina il suo concorrente. Nel '92, per sbarrare a Falcone e Borsellino la strada della Superprocura, ci volle il tritolo. Ora, per sbarrarla a Caselli, basta un emendamento: si risparmia sull'esplosivo. Ma intanto si azzerano tutti i concorsi già avviati dal Csm: 500 incarichi giudiziari restano vacanti. Ma per il duo Pera & Piercasinando è il Csm che interferisce. L'anno scorso Piercasinando intimò di «non fare una riforma contro i giudici». Ieri l'hanno fatta, ma lui non ha fiatato. L'impavida Udc aveva detto decine di volte che così com'era la legge non l'avrebbe votata. Ieri l'ha votata, col trucchetto doroteo di non partecipare alla discussione, ma «solo» alla votazione. Questi coniglietti mannari son fatti così: sfiduciano il governo nei congressi e nei convegni, poi Bellachioma gli ricorda quanti soldi ha e corrono a votare la fiducia in Parlamento. Commoventi anche i maldipancia di An, col prode Alemanno che aveva presentato fior di emendamenti: tutti ritirati al primo sguardo di Bellachioma. Però, dopo aver votato, Alemanno ha espresso «amarezza». Che pezzo d'uomo.
Chi non trattiene l'entusiasmo è il ministro Fernandel, al secolo Giovanardi. L'altro giorno aveva anticipato le linee guida della riforma dichiarando testualmente: «È utopistico continuare a pensare che si possa essere tutti uguali di fronte alla legge, come prevede la Costituzione scritta nel '48: allora non c'erano immigrati e terroristi». E soprattutto, per fortuna degli italiani dell'epoca, non c'era Giovanardi.
Anche l'ingegner Castelli esulta: nata difendendo i giudici, la Lega Nord si sta spegnendo massacrandoli. Una prece.
Il premier è soddisfatto a metà: «Si poteva fare di più». Cioè di peggio. Purtroppo c'è la Costituzione, e sventuratamente Ciampi l'ha letta. Lui invece no. Pare però che non abbia letto nemmeno la boiata Castelli: infatti ha detto che «ora avremo processi più rapidi». Ma nella boiata Castelli non c'è traccia di norme che sveltiscano i processi, anche perché dei processi non si occupa: si occupa dei giudici. I processi dureranno tanto quanto oggi, anzi un po' di più perché i magistrati dovranno sostenere una sfilza di concorsi e dunque studiare in continuazione invece di indagare e giudicare. Ma questa, per uno come lui, è un'ottima notizia. Se i processi durassero meno, le sue sei prescrizioni in quattro processi per falso in bilancio e in due per corruzione dei giudici (Mondadori e Sme-Ariosto) avrebbero potuto tramutarsi in altrettante condanne. E lui oggi non sarebbe in Parlamento a riformare i giudici insieme al suo braccio destro Previti, condannato per corruzione giudiziaria, e al suo braccio sinistro Dell'Utri, condannato per mafia, estorsione e frode fiscale. Sarebbe in galera. Semprechè nel frattempo, non avesse abolito anche quella.




permalink | inviato da il 8/10/2006 alle 19:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



4 ottobre 2006

il tg2 non perde l'occasione di sfottere Prodi!! e il tg5...neanche a dirlo :(

Bufera per il video di satira su Prodi




Il centrosinistra è furioso per la decisione del Tg2 di mandare in onda un video di satira nel quale viene preso di mira il presidente del Consiglio Romano Prodi. Le immagini si riferiscono all'intervento sul caso Telecom che il Professore ha svolto la scorsa settimana alla Camera dei Deputati. Una frase che Prodi ha ripetuto più volte durante il suo discorso viene montata a più riprese sopra una musica rap.

 

Per i parlamentari dell'Unione Giorgio Merlo, Gennaro Migliore, Loredana De Petris e Esterino Montino quella del telegiornale della seconda rete Rai è stata una scelta "gravissima".

"E' gravissimo che un telegiornale del servizio pubblico, in una delle edizioni di punta della sua programmazione, abbia dato spazio a un video del genere - si legge in una nota - sarebbe stato piacevole e gradevole vederlo in una trasmissione di satira, ma certamente non nell'ufficialità e autorevolezza che è propria di un tg Rai".

I politici dell'Unione hanno persino chiesto alla Commissione di Vigilanza di "verificare se ci sono gli estremi per il vilipendio alle istituzioni".

 

  

Una polemica - quella scatenata ieri dagli esponenti della Maggioranza - che ha fatto a sua volta insorgere la Casa delle Libertà.

''Puntuale arriva l'Unione come un carro armato contro il Tg2", ha tuonato l'aennino Francesco Storace, mentre per Davide Caparini della Lega Nord siamo di fronte ad un "tentativo di censurare libertà di stampa".

L'unica cosa certa è che il comunicato dei politici dell'Unione ha ottenuto come effetto quello di rilanciare il video su molti portali web e nuovamente in televisione. Ieri sera il filmato è stato per esempio mandato in onda dal Tg5.

"E' una gara al ribasso con il Tg2, così non si fa un buon servizio al pluralismo - hanno nuovamente protestato gli esponenti del centrosinistra - spiace che anche il Tg5 abbia voluto dare una scontata prova di mancanza di rispetto per le istituzioni democratiche del nostro Paese".

 

WWW.CENTOMOVIMENTI.COM - 3 OTTOBRE 2006

non mi sorprende la scelta di entrambi i TG!
sappiamo come sono gestiti. ke vergogna incredibile.. 
secondo me è sbagliato durante il tg trasmetter quel tipo di materiale, e davvero nn ci sarebbe niente di male ..ma in un altro contesto..io ho riso..anke "striscia" l'ha fatto vedere...ho riso davvero...anke se si sà ki è alla fine il loro vero padrone!!




permalink | inviato da il 4/10/2006 alle 18:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



17 settembre 2006

risposta alla sig.na Fontana... e al suo blog http://alessandramariafontana.blogspot.com/2006/09/governo-prodi-una-figuraccia-dopo.html

CERCHERO' DI ESSERE BREVE ANCH'IO.

...Ma qui siamo proprio al limite del senso del ridicolo. Tu scrivi: "Il governo Prodi non lesina sulle figuracce"!
Ma ti rendi conto di quello che dici mia cara sig.na Fontana? Ed il bello che leggo tanti commenti che ti elogiano...ma dico, ci siamo dimenticati il governo Berlusconi cosa ha rappresentato? Un quotidiano show, uno spettacolo perenne. Siamo stati ridicolizzati dal mondo intero. Penso che anche i quotidiani di Marte hanno raccontato le gesta del nostro capelluto eroe! Chi si è tolto le scarpe al Vertice di Cacares davanti a tutti i ministri europei? Chi ha fatto le corna durante la foto ufficiale dei ministri degli esteri europei? A chi vanno i diritti d'autore per la battuta sul "kapò" all'Europarlamento? Chi non ha fatto altro che provocare incidenti diplomatici con tutti i paesi della terra? Come non ricordare le battute sulla presidente della Finlandia vantandosi della sue gesta da playboy e dopo 2 giorni ammettere che scherzava e facendo vedere la foto della suddetta dire: ma vi sembra che io ci provi con una così? Ovviamente ha peggiorato la situazione come nessuno avrebbe saputo far. Cosa dire poi sulle frasi riguardanti Mussolini e le vacanze al confino? E quale altro presidente prima aveva mai chiamato "coglioni" gli elettori dell'opposizione? Chi ha chiamato "faccia di stronza" una signora che lo invitava a tornarsene a casa?  Chi ha datto "tu sei un coglione" a chi lo salutava con le parole: W Mangano!??

Voglio aggiungere che in questi anni tanta gente per bene ha provato imbarazzo ad esser rappresentati da quest'uomo e da quel governo. Il primo presidente imputato. Non condannato grazie alle sue leggi. Il cavalier prescrizioni. Il presidente piduista! Ma le dimentichiamo queste cose? Ha quasi attuato il programma che aveva il copyright di Licio Gelli, venerabile maestro della loggia P2! L'uomo delle cui gesta han scritto tanto i giudici. La condanna per falsa testimonianza?
E cosa dire di Dell'Utri e Previti, i suoi + stretti collaboratori e amici..nonchè compagni di avventure illegali??? E mi fermo qui. Invito chiunque a scriver sul mio blog per ulteriori informazioni: http://tgweb.ilcannocchiale.it.

Questi i siti ai quali ho risposto con questa lettera:
http://liberoblog.libero.it/politica/bl4838.phtml
http://alessandramariafontana.blogspot.com/2006/09/governo-prodi-una-figuraccia-dopo.html




permalink | inviato da il 17/9/2006 alle 22:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa



14 settembre 2006

ricordo a tutti questa sera M. Santoro e M. Travaglio su raidue ore 21

neanche il tg2 di oggi lo ha comunicato.....  .scandalosa rai!




permalink | inviato da il 14/9/2006 alle 19:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     febbraio       
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom