Blog: http://tgweb.ilcannocchiale.it

Draquila... il film, l'incubo e il sogno!



Ieri sera ho visto “Draquila – L'Italia che trema”.
Il film merita. Pregevole lavoro che riempie un grande buco di disinformazione e di astuta propaganda. Ho pensato, per un attimo, che la gente da quel momento sarebbe stata più consapevole, più critica e più curiosa. Ed ovviamente adirata per le menzogne finora ascoltate a tv unificate.
Ma la sala, ahimè, parlava da sé.
Quasi deserta. Arida come tante coscienze.
Forse eravamo in dieci. Tre miei coetanei (quindi non giovanissimi), e sei  sulla cinquantina passata.
C'è poco da fare, la gente vive in una sorta di autismo, così come vuole chi detiene e dispone del potere. Una massa di mitridatizzati, come zombie si muove intorno a me.
La realtà sembra, infatti, quasi un film dell'orrore.
L'insipienza dei più mi lascia sconvolto e colmo di inani speranze.
Ma se mi è permesso ancor di sognare, immagino il giorno in cui un'alta carica dello stato, dal suo pulpito, rivolgendosi al popolo-spettatore, con l'intento di svegliare gli animi assopiti, proferirà simili parole: “Amati concittadini, sappiate che l'infingardaggine, l'indifferenza, l'abulia ci rendono responsabili di tutti i mali, presenti, e di quelli in divenire. Adesso basta. Svegliaaaa!!!” - bum! - uno sparo? -no, per fortuna è soltanto la sveglia... che suonando e vibrando è caduta per terra! O meglio, mi riporta per terra.

Pubblicato il 30/6/2010 alle 13.29 nella rubrica Articoli miei e aa.vv..

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web